Ponte Morandi, Autostrade per l’Italia versa i primi contributi a 25 famiglie

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 agosto 2018 18:50 | Ultimo aggiornamento: 23 agosto 2018 18:50
Ponte Morandi, versati primi contributi a famiglie da Autostrade per l'Italia

Ponte Morandi, Autostrade per l’Italia versa i primi contributi a 25 famiglie

ROMA – I contributi economici alle prime 25 famiglie colpite dal crollo del ponte Morandi a Genova sono stati versati la mattina del 23 agosto da Autostrade per l’Italia.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La società in una nota ha precisato che le famiglie si erano rivolte ai punti di contatti allestiti per l’emergenza e che la posizione di altre 34 famiglie che ne hanno fatto richiesta è in corso di accertamenti.

Nella nota diramata da Autostrade per l’Italia si legge: “A beneficio di queste famiglie, che si erano rivolte nelle giornate di ieri e dell’altro ieri ai due Punti di contatto allestiti da Autostrade per l’Italia presso il Centro Civico Buranello e la Scuola Caffaro, sono stati disposti stamane dalla società bonifici con valuta 24 agosto”.

La società ha poi aggiunto: “Nelle due giornate di ieri e l’altro ieri (21 e 22 agosto, ndr), sono state in totale 59 le richieste pervenute ai Punti di Contatto: se per 25 famiglie è stato già versato il contributo, per le altre 34 famiglie sono in corso accertamenti per poter procedere al pagamento da parte di Autostrade per l’Italia tra stasera e domattina. Nella giornata di oggi, fino alle ore 13, si sono presentate ai Punti contatto altre 41 famiglie, per le quali sono in corso accertamenti per poter disporre il pagamento”.

Autostrade per l’Italia prosegue – in collaborazione con il Comune di Genova e la Regione Liguria – a raccogliere le dichiarazioni dei nuclei famigliari nei due Punti di contatto, per soddisfare le prime necessità dei familiari delle vittime della tragedia di Genova e delle famiglie che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni”, prosegue la nota, che conclude: “Fino alle ore 13 di oggi, in due giornate e mezzo di attività si sono rivolti ai due Punti di contatto circa 100 famiglie colpite dalla tragedia”.