Porto di Vado Ligure (Savona), sequestrati 868 monopattini: erano stati fatti passare per giocattoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Settembre 2021 10:43 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2021 10:43
Porto di Vado Ligure (Savona), sequestrati 868 monopattini: erano stati fatti passare per giocattoli

Porto di Vado Ligure (Savona), sequestrati 868 monopattini: erano stati fatti passare per giocattoli (foto Ansa)

Una operazione di bonifica dei funzionari dell’Agenzia dei Monopoli e dogane ha portato al sequestro di ben 868 monopattini nel Porto di Vado Ligure (Savona). Questi monopattini sono stati sequestrati perché erano stati fatti passare per giocattoli in maniera del tutto impropria.

Porto di Vado Ligure (Savona), sequestrati 868 monopattini: provenivano dalla Cina ed erano stati classificati in maniera impropria 

I funzionari dell’Agenzia dei Monopoli e dogane hanno sequestrato nel Porto di Vado Ligure (Savona), 868 monopattini provenienti dalla Cina e impropriamente classificati come ‘giocattoli’. Il sequestro è avvenuto durante un’operazione di bonifica.

All’interno di un container sono stati trovati 434 cartoni, contenenti 2 monopattini ciascuno. Gli imballaggi e l’etichettatura non riportavano alcuna indicazione reale sull’origine della merce, ma le informazioni a corredo dei singoli monopattini avrebbero indotto il consumatore a ritenerli di fattura europea.

Porto di Vado Ligure (Savona), sequestrati 868 monopattini per le seguenti violazioni

    L’Adm ha segnalato il fatto all’Autorità giudiziaria ipotizzando la violazione della norma che punisce la commercializzazione di prodotti industriali (oltre che di opere dell’ingegno). Recanti marchi o segni distintivi fallaci e dell’accordo di Madrid sulla repressione delle false indicazioni di provenienza delle merci.