Raffaele Sollecito: “La prigione mi ha avvicinato a Dio”

Pubblicato il 6 Ottobre 2011 9:26 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2011 9:39

Raffaele Sollecito (Foto La Presse)

BISCEGLIE – “Ho smesso di chiedermi : Dio, perché proprio a me?”,  dice Raffaele Sollecito, assolto insieme ad Amanda knox per l’omicidio di Meredith Kercher. Sollecito spiega che la prigione gli ha permesso di ritrovare la fede in Dio e che farà volontariato.

“A qualcosa questo mio sacrificio dovrà servire. Io del resto sono molto cambiato e ho imparato a confidare nella giustizia divina”, spiega Sollecito. Tornato finalmente a casa in Puglia, il padre Francesco racconta: “Dorme poco, è frastornato. Non me la sento di farlo parlare con i giornalisti”.