Ragazza di 14 anni sviene a scuola: “Ho preso ecstasy”, ma era un malore

Pubblicato il 27 Gennaio 2010 16:13 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2010 16:21

Svenuta in classe perchè «ho preso dell’ecstasy». Così ha detto la malcapitata, ma in realtà il mancamento era dovuto ad un digiuno di 2 giorni per delle sofferenze amorose. Una studentessa di 14 anni è stata ricoverata d’urgenza all’ospedale Meyer di Firenze dopo che mercoledì mattina, mentre si trovava in aula, è caduta a terra priva di sensi.

È successo in un istituto superiore del quartiere di Campo di Marte, al liceo linguistico Pascoli in via Nicolodi. All’inizio, secondo la prima ricostruzione dei carabinieri, intervenuti sul posto, il malore sembrava essere stato provocato dall’assunzione di droga. Ipotesi che trovava conferma anche nelle parole della ragazza che avrebbe detto, una volta rinvenuta: «Ho preso dell’ecstasy».

In realtà la studentessa non ha assunto sostanze stupefacenti, così almeno emerge dalle prime analisi effettuate all’ospedale, ma non avrebbe mangiato da giorni in seguito ad una delusione d’amore.

I carabinieri hanno sentito la preside e l’insegnante del liceo linguistico Pascoli. Gli altri studenti sono usciti dall’istituto per la fine delle lezioni. Molti di loro non si sono accorti di niente, così come gran parte del corpo docente. Tuttavia si sono formati dei capannelli di ragazzi che si interrogano sull’accaduto.

Ad ogni modo sono risultati negativi gli esami tossicologici svolti sulla studentessa. In base a quanto risulta ai carabinieri, quindi, viene escluso che la ragazza abbia assunto stupefacenti. La studentessa si trova ancora al Meyer con i genitori dove i sanitari la stanno sottoponendo ad ulteriori accertamenti per risalire alla cause del malore. Le sue condizioni comunque sono considerate al momento non preoccupanti. Gli esiti definitivi delle analisi dovrebbero arrivare in serata o nei prossimi giorni.