Rapinato e imbavagliato: soffre di cuore e rischia infarto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Novembre 2015 11:15 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2015 11:15
Rapinato e imbavagliato: soffre di cuore e rischia infarto

Rapinato e imbavagliato: soffre di cuore e rischia infarto

UDINE – Tre uomini armati di coltello hanno fatto irruzione nella sua sala slot, lo hanno rapinato, minacciato e imbavagliato. L’uomo, 28 anni e cardiopatico, ha rischiato un infarto per lo choc. Solo l’intervento tempestivo di carabinieri e soccorritori del 118 hanno evitato il peggio. E’ accaduto in una sala slot di Palmanova, in provincia di Udine, nelle prime ore del 16 novembre.

Paola Treppo sul Gazzettino scrive che lo spavento per l’uomo è stato grande. Appena i tre rapinatori sono fuggiti è riuscito a liberarsi e a chiamare i soccorsi, spiegando la sua delicata situazione clinica:

“Aveva paura di svenire, e di morire. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il personale medico del 118: il gestore della sala soffre di cuore ed era sotto choc per l’aggressione: respirava con grande difficoltà e non riusciva a reggersi in piedi. I sanitari lo hanno prontamente assistito; il loro intervento tempestivo è stato determinante.

«Guardi, non mi va di parlare – dice la vittima -, sono ancora scosso, non mi vengono le parole. Non ricordo neanche tutto bene. So che ero solo e che questi tre uomini sono entrati con la faccia coperta. Hanno tirato fuori un coltello e mi hanno detti di dagli tutti i soldi». Sotto minaccia l’uomo obbedisce, terrorizzato. «Mi hanno fatto aprire al cassaforte e poi quando hanno preso tutto mi hanno legato e chiuso a chiave in uno stanzino. Adesso non ce la faccio proprio più a parlare. Sono molto provato».

La notizia si è rapidamente diffusa in zona, mettendo in allarme altri gestori di ambienti simili e molti titolati di pubblici esercizi che la notte chiudono i bar e locali da soli”.