Roma affittopoli: “80% occupanti non ha mai pagato”. Cambia piano dismissioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 febbraio 2015 11:04 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2015 11:04
Roma affittopoli: "80% occupanti non ha mai pagato". Cambia piano dismissioni

Roma affittopoli: “80% occupanti non ha mai pagato”. Cambia piano dismissioni

ROMA – Affittopoli: “80% occupanti non ha mai pagato”. Cambia piano dismissioni. La quasi totalità (84%) degli immobili comunali destinati a essere dismessi dall’amministrazione Marino finirà all’asta. Di questi 751 appartamenti, 630 sono praticamente gratis, su di loro il Comune non percepisce un euro di affitto da anni, non solo per morosità ma anche per gli intralci di una burocrazia che non ha mai perfezionato regolari contratti d’affitto dopo le assegnazioni.

In ogni caso, la stima definitiva e la scoperta che 8 occupanti su 10 non pagano, indurrà il Comune ha correggere con un emendamento il piano dismissioni: sarà abolito lo sconto del 30% che consente la prelazione sull’acquisto degli attuali occupanti. Sul Messaggero Giovanna Vitale spiega bene le intenzioni del Comune e l’entità dei mancati entroiti.

Abusivi. Gente che magari ha ereditato una casa senza porsi il problema dei requisiti per abitarci. O l’ha ottenuta per vie poco lecite, prendendola di forza oppure pagando una buonuscita all’affittuario. O è rimasto intrappolato, pur volendo mettersi in regola, nel labirinto della burocrazia. Fatto sta che all’incirca otto “locatari” su dieci non hanno un contratto, calcola la Lista Marchini. E quelli che ce l’hanno sono meno del previsto: «Sessantatré in tutto, gli altri 58 immobili sono liberi», spiega il capogruppo Alessandro Onorato.

Il quale ieri ha lanciato una nuova sfida: «Perché non hanno inserito nella dismissione le centinaia di sedi di partito e di associazioni amiche? Perché i romani devono pagare la loro attività politica e di lobbing? Perché Marino vuole mantenere questi privilegi? Parlano di trasparenza ma non ci forniscono l’elenco completo degli immobili del Comune di Roma». Conferma il presidente della Commissione Patrimonio Pierpaolo Pedetti: «Tutti gli immobili occupati senza titolo saranno messi sul mercato a prezzo pieno e chi vive lì dentro verrà sfrattato».

È stanco delle polemiche, il consigliere pd, specie quelle sui morosi che dovrebbero al Campidoglio ben 8 milioni di euro: «Questa amministrazione, dopo anni di negligenze, ha già approvato una delibera di giunta per l’aggiornamento dei canoni». Decisione presa l’estate scorsa e rimasta però lettera morta. Era accaduto lo stesso alla giunta Alemanno: una memoria sulla revisione degli affitti varata nel settembre 2009 (la n.12588) e una delibera «per il recupero delle morosità degli utilizzatori di immobili comunali» datata dicembre 2010 sono entrambe cadute nel vuoto. (Giovanna Vitale, Il Messaggero)