Roma: si pensa a un museo per Pio XII

Pubblicato il 26 ottobre 2011 22:03 | Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2011 1:34

ROMA – Un museo a Roma dedicato a Pio XII, il papa della Seconda Guerra Mondiale, una figura controversa della storiografia contemporanea per il suo atteggiamento rispetto allo sterminio degli ebrei, ma anche un Pontefice sulla via della beatificazione. E' la richiesta della biografa di Eugenio Pacelli, suor Margherita Marchione, di cui si fa portavoce il presidente della Commissione Turismo e Moda di Roma Capitale Alessandro Vannini.

''E' stato chiesto all'Amministrazione di Roma Capitale ed al Governo Italiano di istituire un Museo per ricordare questo illustre Pontefice – si legge in una nota dell'esponente del Pdl -. Il Museo intende raccogliere l'eredita spirituale cristiana e di fratellanza universale di Papa Pio XII, e approfondire e rivisitare il suo spirito profetico ispirandosi a quell'ideale cristiano, oggi quanto mai attuale. Come rappresentante di Roma Capitale ho ascoltato le richieste di Suor Margherita Marchione e mi attivero' presso le sedi competenti affinche' l'Amministrazione si impegni a trovare una sede dove ospitare il Museo di Papa Pio XII.

La realizzazione del Museo sara' accompagnata dall'organizzazione di una mostra su Papa Pio XII, che partira' dal Campidoglio e sara' poi allestita a New York, per trasferirsi successivamente alla Citta' del Vaticano al Braccio di Carlo Magno. La mostra itinerante – conclude il comunicato – seguira' poi un percorso in Europa, Nord America e Argentina nei luoghi simbolici visitati da Eugenio Pacelli, per giungere poi a Gerusalemme e concludersi a Roma in occasione della Beatificazione di Papa Pio XII''.