Sarah Scazzi, il giallo di Michele Misseri sparito per qualche ora

Pubblicato il 17 Giugno 2011 9:25 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2011 9:28

Michele Misseri

AVETRANA – Era sparito nel nulla per qualche ora Michele Misseri dopo essere andato in caserma. Non era tornato a casa, nella sua villetta di via Deledda ad Avetrana, proprio dove sarebbe stata uccisa la nipote Sarah Scazzi nell’agosto scorso, quella casa dove la ragazzina avrebbe visto “cose squallide” come ha detto mamma Concetta. Per l’omicidio Misseri è accusato insieme alla figlia e in concorso anche alla moglie Cosima Serrano.

Per qualche ora aveva fatto perdere le sue tracce, finché verso le 21,20 del 16 giugno le agenzie informano che il giallo è risolto ed è tornato. Dove è andato dalle 17,10 fino a sera? Secondo indiscrezioni, l’uomo si sarebbe recato a Lecce con la figlia Valentina.

Eppure era stata proprio lei a dare l’allarme, non vedendo tornare il padre. Misseri, che è stato scarcerato il 30 maggio scorso dal gip del Tribunale di Taranto Martino Rosati, ha il solo obbligo di firma giornaliera della presenza da assolvere nella caserma dei carabinieri tra le 17 e le 18.

E’ andato in caserma in bicicletta intorno alle 17.10; ne è uscito dopo pochi minuti, evitando di fermarsi a parlare con i giornalisti, e si è allontanato, ma non è tornato a casa come faceva abitualmente. Per tre ore almeno c’è stato dunque un altro mistero ad Avetrana.