Sarah Scazzi. Legale: “Sabrina, vittima di una lucida strategia”

Pubblicato il 16 Ottobre 2010 - 17:06 OLTRE 6 MESI FA

Sabrina Misseri portata in caserma a Taranto

”A quel che mi consta, l’unica fonte di contestazione per Sabrina è la confessione, ennesima e diversa dalle altre, di Michele Misseri”, che tira in ballo la giovane ”per una lucida linea difensiva, tanto lucida che alla fine contrasta con la richiesta di perizia psichiatrica inizialmente valutata per Misseri” e poi accantonata perché risultata impopolare.

Non usa mezzi termini l’avvocato Emilia Velletri, per polemizzare col difensore di Michele Misseri, Daniele Galoppa. ”Dopo le censure mediatiche” a proposito della richiesta di perizia psichiatrica, dopo le censure – aggiunge Velletri, parlando con i giornalisti davanti a casa Misseri – ”arrivate su Facebook, su internet, arrivate da tutt’Italia su questa strategia difensiva che avrebbe comportato anche un offuscamento della figura di chi proponeva questa strategia, si è cambiato totalmente. A tavolino si è cambiato totalmente tattica”.