Sondrio: Giuseppe Merlini uccise la compagna Loredana Vanoi, pena dimezzata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Giugno 2014 23:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2014 23:23

Sondrio: Giuseppe Merlini uccise la compagna Loredana Vanoi, pena dimezzataSONDRIO – Dimezzata, da 30 anni a 15 anni e 4 mesi, la condanna per omicidio a carico di Giuseppe Merlini, l’uomo che nella notte tra il 24 e il 25 agosto 2012 uccise la compagna Loredana Vanoi, di 60 anni, a Sondrio.

La seconda Corte d’Assise d’Appello di Milano ha dunque accolto la tesi dell’avvocato difensore Matteo Sergi, non ritenendo sussistenti le aggravanti della crudeltà, dei futili motivi e dell’abuso d’ospitalità.

Giuseppe Merlini, 67enne originario di Besana in Brianza (Monza) e residente a Mandello del Lario (Lecco), uccise la donna con un coltello ed il basamento in marmo di una coppa sportiva, in un impeto di gelosia. Si costituì poche ore dopo il delitto commesso nella casa della donna. La vittima, una maestra di Sondrio, era la sorella dell’ex commissario tecnico della Nazionale azzurra di sci di fondo, Sandro Vanoi.

Merlini, magazziniere in un’impresa della provincia di Monza ora rinchiuso nel carcere milanese di Opera, in primo grado a Sondrio venne condannato a 30 anni di reclusione dal gup Carlo Camnasio al termine del rito abbreviato.