Strage di Erba, Azouz Marzouk: “Rosa e Olindo non sono colpevoli perché…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 aprile 2018 15:25 | Ultimo aggiornamento: 7 aprile 2018 15:25
Strage di Erba, Azouz Marzouk: "Rosa e Olindo non sono colpevoli" (foto Ansa)

Strage di Erba, Azouz Marzouk: “Rosa e Olindo non sono colpevoli” (foto Ansa)

COMO – “Rosa e Olindo non possono aver commesso quello per una serie di cose: sia per loro statura fisica sia per tutto quello che ho letto io”: lo dice Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna e padre di Youssef Marzouk, uccisi insieme alla madre di lei, Paola Galli, e alla vicina di casa Valeria Cherubini.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

Per il loro omicidio Rosa e Olindo sono stati condannati all’ergastolo.

Indicato inizialmente come colpevole, Marzouk ha sempre espresso pesanti dubbi riguardo la colpevolezza di Rosa e Olindo. “Hanno confessato – dice in un’intervista al programma “Tutta la verità” – perché non avevano nessuno, vivevano uno per l’altra, punto e basta”.

La trasmissione ripercorrere le varie fasi della vicenda e le analizza, con il contributo di alcune testimonianze inedite dei conoscenti della coppia, del racconto del maresciallo Comandante della Stazione dei Carabinieri di Erba incaricato delle indagini e delle immagini originali relative al caso: l’appartamento che va a fuoco; la macabra scoperta dei cadaveri e del vicino di casa Mario Frigerio, marito della Cherubini, gravemente ferito alla gola; l’iniziale caccia all’uomo contro Azouz immediatamente additato dai media come il colpevole, poi scagionato; i suoi precedenti screzi in carcere con alcuni esponenti della malavita locale e i suoi turbolenti trascorsi negli ambienti dello spaccio, fino ad arrivare alla nascita dei sospetti su Rosa e Olindo, le loro conversazioni private intercettate e registrate dalle cimici dei Carabinieri; gli audio delle prime stentate dichiarazioni di Frigerio in ospedale.