Strage Viareggio, parenti vittime vs Rai: “Non ci hanno fatto leggere lettera”

Pubblicato il 12 Febbraio 2013 20:41 | Ultimo aggiornamento: 12 Febbraio 2013 20:42
Strage Viareggio, parenti vittime vs Rai: "Non ci hanno fatto leggere lettera"

Strage di Viareggio, i funerali (foto Lapresse)

VIAREGGIO – Viareggio, i parenti delle vittime della strage in polemica con la Rai: “Non ci hanno fatto leggere il comunicato in occasione della diretta tv sul Carnevale“. Ne parla Marco Gasparetti sul Corriere della Sera.

La portavoce della protesta è Daniela Rombi, presidente dell’associazione familiari delle vittime. La Rombi ha spiegato che in un primo momento era stato accordato il permesso per leggere il comunicato, a 3 anni e mezzo dall’esplosione del vagone che causò decine di morti. Poi, racconta, improvvisamente la Rai ha tolto l’autorizzazione.

Gasparetti trascrive sul Corriere il testo della lettera che avrebbe dovuto essere letta: Abbiamo ancora bisogno di voi: tra poco inizierà l’udienza preliminare del processo per il disastro ferroviario di quattro anni fa. Per ottenere verità, giustizia e sicurezza è necessario che gli amministratori delegati delle nove società coinvolte e i trentadue imputati affrontino un giusto processo. In modo che il sistema che ha prodotto questa strage venga ripulito