Torino: studente Paolo Zito trovato morto sui binari, è mistero

Pubblicato il 19 Gennaio 2012 - 18:31 OLTRE 6 MESI FA

TORINO – E' giallo a Torino per il ritrovamento del cadavere di uno studente universitario – Paolo Zito, di 20 anni, di Boves (Cuneo) – sui binari della ferrovia per Modane (Francia).

Al momento la Polizia ferroviaria ritiene le ipotesi più probabili quelle di una disgrazia, di un incidente o del suicidio.

Il giovane, iscritto al secondo anno della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali del capoluogo piemontese, mercoledì sera aveva fatto festa con alcuni amici in una birreria. Poi il gruppo si è diviso e se ne sono perse le tracce.

Il ritrovamento è avvenuto poco prima delle 9 di stamani all'uscita della galleria ferroviaria nei pressi del bivio Zapata, alla periferia sud-occidentale di Torino.

A scorgere il corpo sui binari, supino e con il braccio sinistro tranciato di netto all'altezza della scapola, è stato il macchinista di un treno locale Bardonecchia-Torino, che e' riuscito a fermarsi prima di investirlo. Sul posto sono poi giunti i sanitari del 118, i vigili del fuoco, gli agenti della Polizia Ferroviaria. Quest'ultimo, al termine dell'ispezione esterna, ha ipotizzato che la morta sia avvenuta per arresto cardiaco da shock, conseguente all'amputazione dell'arto.

Il corpo non recava alcun segno di violenza o colluttazione e la posizione è stata giudicata compatibile con il fatto che il corpo era disteso sui binari. Quanto e' successo resta comunque avvolto nel mistero. La Polizia Ferroviaria ha sentito gli amici del giovane, che è figlio di un ristoratore di Boves e abitava in un piccolo appartamento del quartiere San Salvario a Torino.

Tutti, in modo concorde, hanno raccontato che ieri sera erano andati a fare baldoria in una birreria della zona, bevendo abbondantemente. Poi, a notte inoltrata, la compagnia si era sciolta nella zona della stazione ferroviaria di Porta Nuova. Paolo Zito era stato visto incamminarsi in direzione di via Nizza, costeggiando la ferrovia. Gli amici hanno detto che non immaginavano che potesse percorrere tanta strada a piedi.

In seguito al ritrovamento del cadavere sulla linea ferroviaria Torino-Modane stamani ci sono stati forti rallentamenti con quattro treni regionali cancellati e dieci (compreso un Frecciarossa) che hanno accumulato ritardi fino a circa mezz'ora.