Traffico e smog: Milano la città più “intasata”, quanto utili i blocchi?

Pubblicato il 16 Dicembre 2011 10:24 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2011 10:41

MILANO – Le strade più trafficate d’Italia? Sono quelle di Milano. L’Osservatorio TomTom conferma un primato non esaltante Code di oltre 7 minuti nel pomeriggio per Via Porpora tra macchine e tram, non va meglio in Viale Lunigiana dove code interminabili in appena 800 metri di strada si muovono al passo di un filobus. Se Milano è la regina del traffico, Napoli, Roma, Genova e Torino non sono da meno. Con Via Tiburtina a Roma che nella top ten delle strade più trafficate si aggiudica il primo posto.

Sono ben tre le strade di Milano che compaiono nella top ten, con viale Lunigiana al quarto posto, via Porpora al nono e via Pontaccio al decimo. Dall’indagine dell’Osservatorio TomTom si legge che a Milano “a partire dal marzo 2011 le vie caotiche sono aumentate del 4,4% e una strada su tre è il tormento di ogni automobilista”. Milano è dunque congestionata, con l’inquinamento concentrato nel quartiere di Brera dove “tempi di percorrenza sono superiori del 221% rispetto al normale”.

Le strade di Milano “colpevoli” del maggior traffico, e delle maggiori emissioni, sono fuori dal centro storico e dalla zona dell’Ecopass.  Non stupisce allora l’alto numero di polveri sottili, le Pm 10, e la necessità dei blocchi del traffico come quello del 9 e 10 dicembre scorsi. Un’esigenza per abbassare i livelli di inquinamento che l’alto numero di auto circolanti immette nell’aria del capoluogo lombardo, ma che non ha dato i risultati sperati dal Sindaco di Milano Giuliano Pisapia.