Umberto Ranieri, l’artista ucciso con un pugno. Fermato un 18enne tunisino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2019 10:30 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2019 10:36
Umberto Ranieri, l'artista ucciso con un pugno. Fermato un 19enne tunisino (foto Ansa)

Umberto Ranieri, l’artista ucciso con un pugno. Fermato un 19enne tunisino (foto Ansa)

ROMA – Fermato dai carabinieri un 18enne di origini tunisine per l’omicidio dell’artista Umberto Ranieri, morto a marzo scorso dopo essere stato aggredito con un pugno a largo Preneste ed essere caduto violentemente a terra. A fermare il giovane, un 18enne di origini tunisine, i carabinieri della compagnia Casilina.

L’artista Umberto Ranieri, morto a marzo dopo essere stato aggredito con un pugno al volto a largo Preneste, sarebbe stato colpito al culmine di una discussione nata perché aveva chiesto a un gruppo di giovani di non sporcare mentre mangiavano. E’ quanto emerso dalle indagini dei carabinieri che hanno fermato per l’omicidio un 18enne. Per gli investigatori il giovane è l’autore materiale del pugno in pieno volto all’artista.

IN AGGIORNAMENTO

5 x 1000

Fonte: Ansa.