Umberto Veronesi: la religione impedisce di ragionare

Pubblicato il 4 Febbraio 2010 17:12 | Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2010 18:54

La religione? Impedisce di ragionare, è per sua stessa natura altra cosa dalla ragion scientifica. Mentre la scienza vive nella ricerca della verità. Il più grande oncologo italiano, Umberto Veronesi, parla a Sky Tg24 di religione e le sue parole promettono di scatenare un putiferio.

Parlando della sua esperienza, Veronesi racconta il suo percorso di vita e ricorda di come è passato dal recitare «il rosario tutte le sere per 14 anni» ad allontanarsi dalla fede.

La base del suo ragionamento è chiara: religione e fede non possono intendersi. Per diverse impostazioni, per differenti modi di intendere la vita. Perché, spiega, la religione è di per sé “integralista” mentre la scienza vive nel dubbio.

Perché, ancora, «la fede presuppone di credere ciecamente in qualcosa di rivelato nel passato, una specie di leggenda che ancora adesso persiste, senza criticarla, senza il diritto di mettere in dubbio i misteri e dogmi che vanno accettati o, meglio, subiti».