Valchiusella, si tuffa nel torrente ma resta incastrato tra le rocce: morto a 17 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Luglio 2019 6:30 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2019 23:42
Valchiusella, si tuffa nel torrente ma resta incastrato tra le rocce: morto a 17 anni

Valchiusella, si tuffa nel torrente ma resta incastrato tra le rocce: morto a 17 anni

IVREA (TORINO) – Si è lanciato nel Chiusella da una roccia ed è stato inghiottito dal torrente ed è rimasto incastrato tra le rocce, senza poter più riemergere. E’ morto così Gesjan Muca, 17 anni, originario dell’Albania ma residente a Settimo Torinese.

L’incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di mercoledì 3 luglio, intorno alle 14. Gesjan con due amici aveva deciso di trascorrere qualche giorno di vacanza in Valchiusella. E, per sfuggire alla calura estiva, ha pensato di farsi un bagno alle Guje di Garavot, ad Alice Superiore (Comune di Val di Chy), una zona rinomata, spesso meta di numerosi turisti amanti dei bagni nel fiume.

Qualcosa, però, è andato storto. “Si è lanciato in acqua da una roccia – hanno raccontato gli amici ai carabinieri – ma non è più riemerso. All’inizio pensavamo lo facesse apposta. Dopo alcuni istanti, però, ci siamo resi conto di quello che è successo”.

Forse trascinato dalla corrente, il ragazzo è andato troppo a fondo, fino a rimanere incastrato tra le rocce. Ed è lì che i sommozzatori dei vigili del fuoco lo hanno ritrovato, ormai privo di vita, dopo che gli amici hanno chiamato il 112 per dare l’allarme.

I due ragazzi hanno tentato di soccorrere l’amico ma non sono riusciti a tirarlo fuori dal torrente. Il corpo del ragazzo, una volta esaminato dal medico legale dell’Asl To4, è stato portato alla medicina legale di Strambino, a disposizione della procura di Ivrea.

Sarà probabilmente determinante l’esito dell’autopsia per fare luce su quanto accaduto. Sul corpo non c’erano segni di ferite particolari quindi è forse da escludere che, tuffandosi in acqua, il giovane possa aver sbattuto violentemente contro una roccia perdendo i sensi. Per il momento, tutte le altre ipotesi al vaglio dei carabinieri di Valchiusa restano valide, compresa quella del malore improvviso che potrebbe anche essere stato provocato dallo sbalzo termico dell’acqua. (Fonte: Ansa)