Venezia, nave da crociera Msc Opera finisce contro un battello turistico: 4 contusi VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Giugno 2019 10:24 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2019 12:12
Venezia, nave da crociera Msc Opera finisce contro un battello turistico: 4 contusi VIDEO

Venezia, nave da crociera Msc Opera finisce contro un battello turistico: 4 contusi (Foto Ansa)

VENEZIA –  Incidente nel porto di Venezia domenica mattina, 2 giugno. La collisione ha coinvolto una nave da crociera della Msc, la Msc Opera, e il battello fluviale gran turismo River Countess. La Opera era in attracco al molo di San Basilio, nel canale della Giudecca, quando ha tamponato sul lato di poppa il battello, anch’esso in fase di ormeggio.

Quattro persone, tutte tra i passeggeri del battello, sono state portate in ospedale con contusioni non gravi.

Secondo quanto reso noto da Davide Calderan, presidente della Rimorchiatori Uniti Panfido, la società che con due imbarcazioni stava guidando la Opera all’arrivo in marittima, la nave Msc “aveva un’avaria al motore, segnalata subito dal comandante. Il motore era bloccato, ma in spinta, perché la velocità aumentava, come confermano i tracciati Ais”. I due rimorchiatori hanno cercato di fermare la nave fino a quando un cavo di traino si è rotto, tranciato dall’impatto con il battello fluviale.

“Quando è stata all’altezza della chiesa del Redentore la Msc – ha spiegato Calderan all’Ansa – aveva il motore bloccato, con timone verso dritta, ma in spinta. Le velocità cioè aumentava, come si vede nei tracciati Ais, da 5,5 nodi, ai 6,9 nodi di quando è stata all’altezza delle Zattere”. “I due rimorchiatori che la guidavano, l’Ivone C e l’Angelina C – prosegue -, hanno cercato di frenarla, ma la nave continuava ad accelerare, fino a quando, alla Marittima vecchia, il cavo di traino dell’Angelina è stato tranciato dall’impatto con la plancia del battello turistico fermo al molo, e la nave ha proseguito verso la banchina”. Secondo Calderan il comandante della Msc Opera avrebbe segnalato per tempo che la nave non era più governabile in plancia. “Che potesse succedere un incidente simile non ce lo aspettavamo – aggiunge Calderan – le navi dovrebbero avere un sistema che permette di spegnere i motori in caso di avaria, non so esattamente perché non sia stato così”.

Sul posto sono arrivati diversi rappresentanti del comitato “No Grandi Navi” e il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che ha dato conto dell’incidente sul proprio profilo twitter: “Incidente al porto di #Venezia. Nave contro banchina a #sanbasilio. Siamo sul posto insieme alle Forze dell’ordine e mezzi di soccorso”. Sempre sul social, Brugnaro ha anche informato la cittadinanza che è stata annullata la Regata e il Corteo della Sensa, previsti oggi. “In questo momento – aggiunge – dobbiamo dare precedenza ai mezzi di soccorso”.

Il sindaco ha poi rilanciato sulla chiusura della zona alle navi da crociera: “E’ l’ennesima dimostrazione che non è più pensabile che nel canale della Giudecca debbano passare le grandi navi. L’abbiamo detto da otto anni, e chiediamo immediatamente l‘apertura del Vittorio Emanuele”, il canale alternativo per l’arrivo in marittima. (Fonti: Ansa, Agi, Il Gazzettino, YouTube)