Vicenza, bar fatto esplodere: fu teatro lite interraziale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Settembre 2015 19:24 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2015 20:04
Vicenza, bar fatto esploder: fu teatro lite interraziale

Vicenza, bar fatto esploder: fu teatro lite interraziale

VICENZA – Una esplosione ha distrutto un bar nel centro storico di Vicenza. Il locale era stato teatro due giorni fa di una violenta lite tra italiani e maghrebini che si erano affrontati a colpi di coltello e culminata con la denuncia per rapina nei confronti di un tunisino fuggito con la borsetta di una ragazza.

La deflagrazione non ha provocato feriti, ma ha devastato le finestre dell’esercizio gestito da Mattia Concato che solitamente apre il bar dopo le 17.30. Sull’episodio indaga la squadra Mobile. “Non abbiamo nulla che possa esplodere dentro il bar – ha detto Mattia Concato – nemmeno il gas”.

Anche gli ingegneri dei vigili del fuoco e gli esperti della scientifica, nel pomeriggio, propendevano per un atto dinamitardo. Si ipotizza che i locali possano essere stati saturati di gas e fatti esplodere, come si fa con i bancomat, oppure che una carica sia stata piazzata nel portico, dove la grata è stata divelta assieme al motore di un condizionatore. Lunedì un amico del tunisino ricercato per la rapina si sarebbe presentato al bar offrendosi di pagare i danni. Il sospetto che l’esplosione possa essere una forma di ritorsione per gli investigatori è forte.