Vittorio Rizzi capo della Polizia stradale, Pellizzari allo Sco

Pubblicato il 11 luglio 2012 14:38 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2012 14:39
vittorio rizzi, nuovo capo della polizia stradale

Vittorio Rizzi (foto Lapresse)

ROMA – Vittorio Rizzi è stato nominato direttore della Polizia Stradale: l’ex capo della squadra mobile di Roma prende il posto di Maria Luisa Pellizzari. Quest’ultima è diventata la responsabile Servizio centrale operativo (Sco). La Pellizzari succede a Gilberto Caldarozzi,  condannato in Corte di Cassazione per i fatti del G8 di Genova.

Domenico Vulpiani è il nuovo direttore dell’ufficio centrale ispettivo del Dipartimento di pubblica sicurezza al posto di Gaetano Chiusolo, che è stato nominato responsabile della Direzione anticrimine centrale (Dac) al posto di Francesco Gratteri.

Rizzi è nato a Bologna nel 1959: il suo ultimo incarico, assunto nel 2007, è stato quello di dirigente della Squadra Mobile di Roma, fino alla fine del maggio 2012. Laureato in Giurisprudenza e in Scienze delle Pubbliche amministrazioni, dal 1986 al 1988 è stato funzionario dell’area sicurezza della Italcable.

La sua carriera nel Dipartimento di Pubblica sicurezza comincia nel 1989, in qualità di funzionario addetto alla sala operativa della Questura di Roma; dal 1990 al 1992 è alla Divisione investigazioni speciali della Questura di Roma; dal 1992 al 1997, responsabile della Sezione Criminalità Economica ed informatica dello Sco, il Servizio Centrale Operativo della Polizia; dal 1997 al 2002, poi, è a capo della squadra mobile della Questura di Venezia; dal 2002 al 2004 è responsabile del Gruppo investigativo “Marco Biagi” a Bologna e poi capo della Squadra mobile di Milano, dal 2004 al 2007, quando viene nominato dirigente della Squadra mobile di Roma.