Alberto Cribiore Grand Marshal al Columbus Day di New York

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Settembre 2015 7:20 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2015 0:46
Alberto Cribiore Grand Marshal al Columbus Day di New York

Alberto Cribiore

NEW YORK – Il finanziere Alberto Cribiore sarà il Grand Marshal alla parata del Columbus Day a New York. Si tratta della più grande manifestazione al mondo della cultura italoamericana, giunta alla sua 71esima edizione. Cribiore farà gli onori alla sfilata che si terrà il prossimo 12 ottobre sulla Fifth Avenue con decine di bande musicali, carri, gruppi di artisti e oltre 40.000 manifestanti

La parata celebra lo spirito d’esplorazione e il coraggio che ispirarono la spedizione di Cristoforo Colombo nel 1492. La prima edizione prese il via nel 1929, l’anno del grande crollo di Wall Street, grazie ad un imprenditore italiano di nome Generoso Pope che volle rendere omaggio al celebre navigatore genovese oltre che agli importanti contributi degli italo-americani negli Stati Uniti.

Con lo stesso spirito esplorativo Alberto Cribiore è partito alla volta degli Stati Uniti nel 1975, quando fu spedito dalla famiglia Agnelli a diversificare parte delle attività all’estero. Per oltre 40 anni è stato un leader stimato e rispettato nel settore dei servizi finanziari globali ed è considerato il banchiere italiano più influente a Wall Street. Attualmente ricopre la carica di vicechairman dell’Institutional Clients Group di Citigroup ed è attivo in diversi progetti filantropici che sostengono la cultura e l’istruzione italo-americana.

Laureato con lode all’Università Bocconi di Milano, dove è anche membro dell’International Advisory Council e Chairman di Friends of Bocconi Inc, la charity istituita recentemente a New York per raccogliere fondi a supporto di progetti istituzionali dell’atenero, Alberto Cribiore è da sempre un rappresentante eccellente dell’Italia.

Per tutte queste ottime ragioni la Columbus Citizens Foundation, l’organizzazione non-profit newyorkese impegnata nell’organizzazione dell’evento, lo ha scelto per promuovere l’eredità storica e culturale ricevuta dalla madrepatria.

“Essere stato nominato Grand Marshal della Columbus Day Parade è un onore – ha detto il top executive – È un bellissimo evento che rende onore ai più importanti contributi dati dagli italo-americani agli Stati Uniti e al meglio del retaggio italo-americano, e intanto raccoglie fondi per donazioni e borse di studio a favore degli studenti italo-americani meritevoli”.