Ceuta, arrivi continui di migranti dal Marocco verso la Spagna: 5mila in poche ore. Esercito in spiaggia e guerriglia

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 18 Maggio 2021 13:21 | Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2021 13:21
Ceuta, arrivi continui di migranti dal Marocco verso la Spagna: 5mila in poche ore. Esercito in spiaggia e guerriglia

Ceuta, arrivi continui di migranti dal Marocco verso la Spagna: 5mila in poche ore. Esercito in spiaggia e guerriglia (Foto Ansa)

A Ceuta arrivi continui di migranti dal Marocco. Sono 5mila in poche ore, tra cui 1000 minori circa. La Spagna ha mandato l’esercito a difendere i confini e la tensione è alle stelle. Tra i migranti e i militari c’è stata una fitta sassaiola. Intanto, alcune decine di persone sono entrate a Melilla, l’altro enclave spagnolo in territorio marocchino.

Ceuta: almeno 5mila migranti sono arrivati dal Marocco

E’ salito ad almeno 5.000, tra cui un migliaio di minori, il numero di migranti che sono riusciti a superare il confine tra il Marocco e la Spagna e a raggiungere l’enclave spagnola di Ceuta solo nella giornata di lunedì 17 maggio. Lo hanno riferito le autorità spagnole per le quali si tratta di una cifra che costituisce un “record”, senza precedenti.

A nuoto o a piedi, gli arrivi di migranti che lasciano le spiagge marocchine situate a pochi chilometri a sud di Ceuta si sono moltiplicati dalla mattina alla sera.

Il premier spagnolo Pedro Sánchez ha cancellato un viaggio previsto a Parigi. “La mia priorità in questo momento è riportare la normalità a Ceuta”, ha scritto Sánchez su Twitter.

L’esercito spagnolo sulle spiagge di Ceuta: sassi e fumogeni

Unità dell’esercito spagnolo sono state schierate su parte delle spiagge dell’enclave di Ceuta per frenare gli arrivi in massa di migranti dal Marocco. “In questo momento l’entrata dei migranti sembra sotto controllo”, ha detto in un’intervista alla radio Cadena Ser il presidente di Ceuta, Juan Jesús Vivas.

In mattinata, alcune persone hanno lanciato sassi dal lato marocchino contro agenti della Guardia Civil spagnola schierati alla frontiera. Questi hanno risposto con spari in aria dissuasori, riporta l’agenzia di stampa Efe. Media locali hanno anche mostrato immagini di fumogeni lanciati dalla Polizia Nazionale spagnola verso il lato marocchino. Non sono stati riportati feriti.

Molti migranti hanno passato la notte per le strade di Ceuta, una città di circa 85.000 abitanti. Abitanti dell’encalve manifestano preoccupazione per il fatto che molti non hanno mascherine e temono complicazioni dal punto di vista sanitario.

I gendarmi marocchini non stanno fermando i migranti

Le immagini dei media mostravano decine di persone raggruppate sul lato marocchino della frontiera. Secondo le informazioni in arrivo dalla zona, la gendarmeria marocchina non sta intervenendo per fermare i migranti prima che tentino la traversata.

Almeno 85 migranti riescono a entrare a Melilla

Almeno 85 migranti sono riusciti stamane ad entrare illegalmente dal Marocco nell’enclave spagnola di Melilla, sulla costa nordafricana. Lo ha reso noto la prefettura di Melilla, precisando che si tratta di persone provenienti da Paesi dell’Africa subsahariana. Intanto il governo spagnolo ha fatto sapere che 1.500 dei migranti riusciti ad entrare a Ceuta sono stati espulsi verso il Marocco.