Cina, liquore al viagra: 2 distillerie sotto inchiesta, sequestrate 5mila bottiglie

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 agosto 2015 16:31 | Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2015 16:31
Cina, liquore al viagra: 2 distillerie sotto inchiesta, sequestrate 5mila bottiglie

Cina, liquore al viagra: 2 distillerie sotto inchiesta, sequestrate 5mila bottiglie

PECHINO – Più di cinquemila bottiglie di liquore al viagra (sic!) sono state sequestrate in Cina. Almeno due distillerie della regione sud-occidentale dello Guangxi sono finite sotto accusa per aver “dopato” le loro bottiglie di baijiu, un’acquavite che si ricava dal sorgo, con il Sildenafil, principio attivo usato nella composizione delle pillole blu.

Ecco perché il liquore bianco, che di suo ha già una gradazione alcolica fino al 60%, era particolarmente inebriante. Almeno secondo quanto appurato dal bureau che si occupa della sicurezza alimentare.

Le autorità cinesi hanno ordinato la confisca di 5.357 bottiglie, di tre tipologie diverse: 1124 kg di alcol da ritirare dagli scaffali entro il 15 agosto. Oltre a un lotto di polvere bianca, etichettato come Sildenafil.