Cina, il governo “avvisa” Google: “Smetta di violare le nostre leggi”

Pubblicato il 12 Marzo 2010 11:48 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2010 11:48

Il governo cinese “minaccia” Google: il ministro dell’industria e dell’informatica Li Yizhong ha detto che Google dovrà «far fronte alle conseguenze» se continuerà a «violare le leggi e i regolamenti cinesi».

Il comportamento della compagnia informatica americana, che da gennaio non usa i «filtri» previsti dalla censura cinese per i contenuti che appaiono sul suo popolare sito web, è stato definito «irresponsabile e non amichevole» dal ministro.

La polemica è esplosa quando Google ha denunciato attacchi informatici alla posta elettronica di alcuni dei suoi clienti, aggiungendo che essi provenivano dalla Cina.

Attualmente sono in corso tra esponenti di Google ed il governo cinese per trovare una soluzione accettabile alla controversia.