Danimarca. Salvate la giraffa Marius, sarà uccisa per mancanza spazio allo zoo

Pubblicato il 8 febbraio 2014 19:32 | Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2014 19:32
La giraffa Marius

La giraffa Marius

DANIMARCA, COPENHAGEN – Salvate la giraffa Marius. E’ la missione degli attivisti per i diritti degli animali in Danimarca, che stanno cercando di evitare con tutti i mezzi ‘l’esecuzione’ di un giovane esemplare di giraffa maschio in uno zoo di Copenaghen, costretto ad abbattere l’animale per sovraffollamento. Lo riferisce la Bbc on line. Lo zoo infatti afferma di non poter tenere in vita l’animale, dopo che i vari tentativi di trovargli una nuova casa sono falliti, a causa dei divieti imposti della normativa europea sulla riproduzione degli animali.

La giraffa dovrà essere quindi uccisa prima che diventi adulto e cerchi di accoppiarsi. Per gli attivisti questa è una vera e propria barbarie. Marius, 18 mesi, occhi da cerbiatto, e in perfetta salute, sta sgranocchiando tranquillamente nella suo stalla, beatamente ignaro del fatto che a breve dovrà affrontare il suo boia. Domenica il giovane animale sarà abbattuto con un colpo di pistola. Poi il suo corpo sarà sezionato, prima di andare ad alimentare tigri e altri carnivori. D’altra parte “sarebbe assolutamente sciocco buttare via qualche centinaio di chili di carne”, ha osservato Bengt Holst, direttore scientificodello zoo, secondo il giornale svedese Svenska Dagbladet.

Holst ha spiegato che i geni di Marius sono già ben rappresentati tra le giraffe dello zoo. Eliminarlo è necessario, ha detto al tabloid danese Ekstra Bladet, per evitare la consanguineità nel gruppo e mantenere il controllo della popolazione delle giraffe. “Se tutte le specie si riproducono bene, poi si deve accettare che ci sia un surplus di animali che non possono essere inclusi nella catena genetica senza causare problemi di consanguineità”.

Il direttore dello zoo non comprende il polverone mediatico generato dalla notizia del necessario abbattimento della giraffa, sottolineando che, ad esempio, in un parco a nord di Copenhagen, vengono abbattuti ogni anno 700-800 cervi per controllare il loro numero. (ANSA).