Donald Trump: “Internet va chiuso, alimenta l’estremismo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Dicembre 2015 15:05 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2015 19:54
Donald Trump (foto Ansa)

Donald Trump (foto Ansa)

NEW YORK – Gli Usa dovrebbero considerare l’idea “di chiudere internet e i social media, per arginare la diffusione degli estremisti online”.  Dobbiamo vedere Bill Gates, e chi capisce realmente cosa sta succedendo e parlare con loro”. A dirlo è Donald Trump, uno dei principali candidati alle primarie repubblicane per la presidenza degli Stati Uniti. Solo poche ore fa Trump aveva scandalizzato gran parte dell’opinione pubblica americana dichiarandosi favorevole al divieto di ingresso ai musulmani in Usa “almeno fino a quando i nostri rappresentanti non riusciranno a capire cosa sta succedendo”.

E ora Trump rilancia dichiarando che glli Usa dovrebbero considerare l’idea “di chiudere internet e i social media, per arginare la diffusione degli estremisti online”. “Stiamo perdendo un sacco di persone a causa di Internet, dobbiamo fare qualcosa”, ha detto Trump. “Dobbiamo vedere Bill Gates, chi capisce realmente cosa sta succedendo, e parlare con loro – ha aggiunto – E magari in alcune zone bisogna ‘chiudere’ internet in qualche modo. Qualcuno dirà – conclude Trump – ‘oh la libertà di parola, la libertà di parola’. Ma questa è gente stolta”.

I leader di Francia e Regno Unito condannano le parole di Trump sul divieto di ingresso dei musulmani in territorio statunitense: “Trump, come altri, alimenta l’odio: il nostro unico nemico è l’islamismo radicale”, è il tweet di Manuel Valls, che paragona Trump alla Le Pen. “Inutile e semplicemente sbagliato”, ha detto invece Cameron. Il portavoce del primo ministro britannico sottolinea che “il premier è stato molto chiaro: se guardiamo a come affrontiamo l’estremismo e questa ideologia velenosa, ciò che i politici devono fare è esaminare i modi in cui le comunità possono essere riunite e rendere evidente che questi terroristi non sono rappresentanti dell’Islam e quello che stanno facendo è una perversione dell’Islam”.

La Casa Bianca si unisce alla condanna dei leader europei. Le parole di Donald Trump sui musulmani sono “pericolose, irresponsabili, non informate” ha detto la responsabile per la comunicazione della Casa Bianca.

E non solo: “Ciò che ha detto Donald Trump – ha detto il portavoce della Casa Bianca Josh Earnest – lo squalifica come possibile presidente”. 

Durissima la reazione della comunità musulmana: è “anti-americano”, è “incosciente”, “sembra più il leader di un gruppo di linciaggio che il leader di una grande nazione come la nostra” ha detto Nihad Awad, direttore esecutivo del Council on American-Islamic Relations. Awad ha detto che la proposta di vietare l’ingresso in Usa a chi professa l’Islam avanzata dal candidato repubblicano Donad Trump “verrà utilizzata dai militanti dell’Isis per reclutare nuove forze. Mettendo gli americani l’uno contro l’altro Donald Trump sta facendo il gioco dell’Isis”.