Egitto, auto lanciata contromano verso l’ospedale del Cairo: 19 morti, 30 feriti

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Agosto 2019 8:25 | Ultimo aggiornamento: 5 Agosto 2019 11:44
Esplosione al Cairo

L’esplosione davanti all’ospedale al Cairo (Foto Ansa)

IL CAIRO – Almeno 18 persone sono morte e trenta sono rimaste ferite in una esplosione all‘Istituto nazionale per il Cancro del Cairo provocata da un’auto contromano lanciata ad alta velocità sulla Corniche al Maadi e finita contro alcune auto, innescando l’esplosione che ha a sua volta scatenato l’incendio che ha interessato gran parte dell’ospedale. Nella sua corsa la macchina ha travolto diversi passanti: le vittime sono tra loro e tra gli altri automobilisti, mentre i pazienti dell’ospedale sono rimasti illesi. 

Il ministero della Salute ha ordinato lo stato di allerta “per gestire la situazione e assicurare la migliore assistenza possibile alle persone coinvolte”.

Sul posto sono state inviate 42 ambulanze per trasportare i feriti all’ospedale Nasser. Il ministro della Salute Hala Zayed ha visitato i feriti per accertarsi delle loro condizioni e ha ordinato che sia prestata loro ogni cura di cui abbiano bisogno. “Una unità di crisi è stata istituita per gestire ogni possibile sviluppo della tragedia”, ha aggiunto.

L’incidente è avvenuto vicino agli uffici amministrativi dell’istituto, lontano dalle camere dei ricoverati. Oltre all’unità di crisi già istituita dal ministero della salute, il rettore dell’ospedale, che ha visitato l’Istituto insieme ad altre autorità, ha ordinato l’istituzione di una commissione tecnica per verificare i danni prodotti all’edificio. Insieme, cercheranno di chiarire le esatte circostanze dell’accaduto e assicureranno ai pazienti e alle loro famiglie assistenza per lo shock subito.  

Il pm egiziano Nabil Ahmed Sadeq ha ordinato un’inchiesta e ha inviato una squadra investigativa sul luogo dell’incidente stradale che ha causato l’esplosione. 

Il cordoglio di Mohamed Salah

Il calciatore egiziano Mohamed Salah ha espresso la propria solidarietà alle famiglie delle persone uccise e ferite nell’esplosione all’Istituto nazionale per il Cancro del Cairo. “Il mio pieno supporto e le mie condoglianze alle famiglie delle vittime dell’esplosione dell’Istituto di Oncologia” ha scritto il giocatore del Liverpool in un tweet. (Fonti: Mena, Ansa, Twitter, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)