Incendi a Hollywood, la madre del piromane: “E’ malato di mente”

Pubblicato il 4 Gennaio 2012 - 00:22 OLTRE 6 MESI FA

NEW YORK – Sarebbe ''malato di mente'' l'uomo arrestato ieri perche' sospettato di essere il piromane che in quattro notti consecutive ha dato fuoco a Los Angeles ad oltre 50 auto, provocando milioni di dollari di danni. Lo ha affermato sua madre, davanti ad un tribunale federale dove e' comparsa oggi dopo essere stata arrestata su richiesta delle autorita' tedesche.

Sulla base di 19 capi d'accusa avanzati contro di lei in Germania nel 2007, Dorothee Burkhart e' stata arrestata giovedi' scorso, il giorno prima dell'inizio dell'ondata di incendi di auto che ha avuto luogo soprattutto nella zona di Hollywood.

Davanti al giudice, la donna ha continuato a chiedere: ''dov'e' mio figlio? E' malato di mente. Da ieri non e' piu' rintracciabile. Cosa gli avete fatto?''.

Apparentemente, non sembrava al corrente dell'arresto di suo figlio Harry Burkhart, di 24 anni, fortemente sospettato di aver dato fuoco in tutto a 53 auto, in diversi parcheggi, da dove le fiamme si sono poi propagate anche ad alcuni edifici e abitazioni, fortunatamente senza provocare vittime o feriti.

Gli incendi, secondo lo sceriffo della contea di Los Angeles Lee Baca sono il frutto del ''forse piu' pericoloso piromane'' che egli possa ricordare e hanno causato almeno tre milioni di dollari di danni, secondo quanto ha affermato il sindaco della citta', Antonio Villaraigosa.

Harry Burkhart e' stato arrestato dopo che un vice sceriffo della riserva lo ha notato alla guida di un furgone simile ad uno visto in alcuni luoghi dove erano state date alle fiamme diverse auto.