India, droghiere stupra 4 bambine di età comprese tra i 5 e i 10 anni: arrestato

Pubblicato il 6 Gennaio 2013 19:46 | Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio 2013 20:38
Manifestazioni anti-stupro in India

Manifestazioni anti-stupro in India

NEW DELHI (INDIA)- Ancora violenza sulle donne in India. Mentre in tutto il paese si moltiplicano le manifestazioni di protesta dopo lo stupro di gruppo di una ragazza di 23 anni a Delhi (poi morta per le ferite), dallo stato del West Bengala arriva un’altra notizia agghiacciante: quattro bambine, di età fra i cinque ed i dieci anni, sono state circuite e violentate con l’inganno da un droghiere di 40 anni, che è stato arrestato dalla polizia e salvato a stento da una folla che voleva linciarlo.

L’episodio, riferisce l’agenzia di stampa Pti, è avvenuto lo scorso 3 gennaio nel villaggio di Belatore del distretto di Bangura nel West Bengal. Le bambine – di 5, 7, 8 e 10 anni – sono entrate in un negozio di alimentari di proprietà di Rabi Lochan Dey, per comprare un dolce. Il sovrintendente della polizia del distretto, Mukhesh Kumar, ha precisato che nella denuncia presentata dai genitori si indica che le bambine ”sono state attirate con un inganno in una stanza retrostante e sottoposte a violenze”.

Per un giorno la brutale violenza è rimasta nascosta. Poi una delle piccole ha avuto una perdita di sangue nelle urine, allarmando i genitori, che sono venuti a sapere la verità ed hanno immediatamente avvertito la polizia. Diffusasi la notizia, una folla minacciosa si è radunata davanti al negozio di Dey con evidenti propositi di fare una giustizia sommaria.

La polizia è riuscita a fatica ad evitare il linciaggio, arrestandolo e portandolo al commissariato. Il commissario Kumar ha confermato che dopo la presentazione della denuncia, ”le quattro bimbe sono state portate in un centro medico della città per alcuni esami di cui si otterranno presto i risultati”. Commentando l’ira popolare, l’avvocatessa Sudipta Roy ha osservato che ”le nostre leggi sono ancora troppo clementi con gli stupratori e legittimano la furia popolare. Se non sarà varata presto una legislazione più adeguata, persone senza scrupoli continueranno a comportarsi in modo sprezzante contro le donne”.

Intanto in tutto il paese le violenze sessuali sono diventate uno dei temi centrali del dibattito politico e culturale. Ha suscitato scalpore la decisione, criticata dai movimenti sociali, del governo dell’ex colonia francese di Pondicherry, che ha stabilito che le studentesse dovranno indossare un soprabito, oltre alla divisa della scuola, ”per non suscitare tentazioni”. A Noida, vicino a New Delhi, quattro agenti di polizia sono stati sospesi dal servizio ed un quinto trasferito, dopo che il cadavere di una ragazza di 22 anni che era scomparsa è stato trovato in un fossato, con evidenti segni di stupro di gruppo.