Malawi, sono tornati a casa i due gay graziati

Pubblicato il 30 maggio 2010 18:36 | Ultimo aggiornamento: 30 maggio 2010 18:47

La coppia gay graziata in Malawi

I due uomini graziati ieri nel Malawi dopo essere stati condannati a 14 anni di carcere per aver celebrato il primo matrimonio omosessuale del paese, sono tornati oggi separatamente nel loro paese natale.

Lo ha dichiarato un responsabile del Centro per lo sviluppo del popolo, che ha pagato le spese legali per la loro liberazione. “Sono stati riportati ieri sera a casa dalle autorità penitenziarie”, ha detto Gift Trapence, aggiungendo che sono stato “accolti calorosamente” dalle loro famiglie. Le autorità avevano detto che avrebbero riaccompagnato loro i due a casa temendo manifestazioni di ostilità.

Tiwonge Chimbalanga, 20 anni, e Steven Monjeza, 26 anni, erano stati arrestati il 28 dicembre à Blantyre, capitale commerciale del Malawi, due giorni dopo aver celebrato simbolicamente la loro unione. La loro condanna a 14 anni di carcere e ai lavori forzati aveva suscitato una forte reazione internazionale. Il presidente Bingu wa Mutharika aveva deciso ieri di concedere la grazia alla coppia. Il Malawi fa parte dei 38 stati africani che considerano l’omosessualità un reato.