Marea nera, schiuse le uova delle tartarughe salvate dai biologi Nasa

Pubblicato il 15 luglio 2010 16:38 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2010 18:28

Si sono schiuse le uova di tartaruga portate in salvo lo scorso 26 giugno dalle spiagge della costa settentrionale del Golfo del Messico contaminate dalla marea nera. Le piccole tartarughe, 22 in tutto, sono state liberate su una spiaggia della base di lancio della Nasa in Florida a Cape Canaveral, il Kennedy Space Center.

Trasportate nel centro spaziale protette in speciali contenitori, le uova state seguite fino alla schiusa dai biologi del centro, coordinati da Jane Provancha. Si sono sviluppate in una sorta di incubatore, all’interno di un ambiente a temperatura controllata.

Il progetto e’ stato finanziato dal servizio statunitense per la tutela ambientale Fish and Wildlife Service e dall’Agenzia sugli oceani e l’atmosfera (Noaa). Obiettivo del programma e’ riuscire a salvaguardare fino a 700 nidi di tartaruga nei prossimi mesi.