Nepal, isolata perché ha il ciclo mestruale: ragazzina muore a 15 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 dicembre 2016 14:58 | Ultimo aggiornamento: 21 dicembre 2016 14:58
Nepal, isolata perché ha il ciclo mestruale: ragazzina muore a 15 anni

Nepal, isolata perché ha il ciclo mestruale: ragazzina muore a 15 anni

KATMANDU – Una ragazzina di 15 anni è morta in un villaggio in Nepal dopo essere stata isolata dalla famiglia per il ciclo mestruale. La famiglia infatti l’ha allontanato dall’abitazione perché “impura” e la giovane per scaldarsi ha acceso un fuoco, ma è morta per le esalazioni del fumo. Ha perso così la vita Roshani Tiruwa, isolata in un tugurio come prevede la pratica dello chaupadi, cioè l’allontanamento da casa nel periodo delle mestruazioni.

La notizia della morte della ragazzina ha fatto il giro del mondo, conquistando il posto sui principali quotidiani come il Washington Post, scrive Susanna Picone su Fanpage:

“La tragedia è avvenuta nella regione occidentale di Achram, in Nepal. La pratica che ancora spinge alcuni villaggi nepalesi ad allontanare le loro ragazze durante il ciclo mestruale è conosciuta come chaupadi. In base a questa pratica, alle donne con le mestruazioni è vietato ogni contatto con gli uomini della famiglia perché vengono considerate impure e quindi capaci di contaminare qualsiasi cosa.

Una pratica ancora diffusa in molti villaggi – A trovare il corpo ormai senza vita di Roshani è stato suo padre. Non è la prima volta che una donna muore in Nepal durante la pratica dello chaupadi, a volte anche a causa di animali selvatici e morsi di serpente oppure per le pessime condizioni igieniche dei luoghi in cui sono costrette a vivere. La Corte suprema nepalese ha vietato questa pratica nel 2005, ma l’usanza è in realtà molto dura da estirpare e rimane ben salda in diversi villaggi del Paese”.