Nuova Zelanda, 29 sepolti in miniera: ancora speranze di trovare i sopravvissuti

Pubblicato il 21 Novembre 2010 11:58 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2010 12:01

La polizia neozelandese ha detto di sperare ancora di trovare minatori vivi fra i 29 ritenuti dispersi dopo l’esplosione di gas nella miniera di carbone di Pike River, in Nuova Zelanda, precisando di non avere alcuna idea sulla durata delle operazioni di soccorso.

I responsabili della miniera avevano annunciato che si era sviluppato un incendio e che la fuoriuscita di gas tossico impediva le operazioni di soccorso. I familiari dei minatori si sono riuniti sul luogo dell’incidente, vietato ai giornalisti e al pubblico, per incontrare i soccorritori, mentre le chiese della città vicina, Greymouth, erano affollate. “Si spera in un miracolo. Quello che possiamo fare e’ pregare per coloro che stanno nella miniera e per i loro familiari” ha detto Gerry O’Connor, prete della chiesa cattolica di Greymouth. I 29 minatori dispersi sono 24 neozelandesi, due australiani, due britannici e un sudafricano.