Papa Francesco apre agli omosessuali, dagli Usa parte Vatican tour gay-friendly

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 gennaio 2015 14:27 | Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2015 14:27
Papa Francesco apre agli omosessuali, dagli Usa parte Vatican tour gay-friendly

Papa Francesco apre agli omosessuali, dagli Usa parte Vatican tour gay-friendly

ROMA – Papa Francesco apre agli omosessuali, dagli Usa parte Vatican tour gay-friendly. Potenza delle mezze parole di apertura di Papa Francesco sui temi sensibili dell’omosessualità: dagli Usa è già stato lanciato il pacchetto vacanze a Roma gay-friendly che invita a vedere le collezioni museali del Vaticano da una prospettiva homosexual. Non c’è ovviamente una bollinatura papale sull’iniziativa, ma l’assenza di qualsiasi voce contraria da Roma suona come un implicito laissez faire papale.

La novità è contenuta nella rubrica International Traveller del quotidiano New York Times e ribadita dal chief executive di Quiiky (una divisione della compagnia di viaggi Sonders and Beach) Alessi Virgili, romano di nascita. I progetto Quiiky, “The untold History” si propone di rivelare quegli aspetti sempre omessi o nascosti nei tour tradizionali.

Per esempio parliamo di Michelangelo, cattolico devoto e allo stesso tempo omosessuale, costantemente preda di un sentimento di colpa e di conflitti interiori riflessi nelle sue opere. Quando guardiamo al Giudizio Universale  le nostre guide non mancano di mostrare in alto a destra dell’affresco due figure maschili che si baciano celebrando l’ascensione al cielo. A Milano, rintracciamo il rapporto di Leonardo con l’allievo Salai, probabilmente il modello che ha ispirato il ritratto di Giovanni nell’Ultima Cena. (Alessio Virgili intervistato da Michael L. Tuongo per il New York Times)