Salvatore Ponzo ucciso in Costa Rica: imprenditore italiano, esportava ananas

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 maggio 2018 11:25 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2018 11:25
Salvatore Ponzo ucciso in Costa Rica: imprenditore italiano, esportava ananas

Salvatore Ponzo ucciso in Costa Rica: imprenditore italiano, esportava ananas

GENOVA – Salvatore Ponzo aveva 36 anni ed era il titolare della Tierra Nuestra Latina, una impresa che esportava prodotti ortofrutticoli verso l’Europa, in particolare anas. Due giorni fa è stato brutalmente assassinato a San Josè, in Costa Rica. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] L’omicidio è avvenuto in misteriose circostanze nella zona di Los Yoses, Monte Local, poco lontano dall’ambasciata italiana.

Secondo un testimone, due killer, a bordo di una moto, lo avrebbero avvicinato dopo che aveva lasciato l’ambasciata e si stava dirigendo al suo pick up insieme alla fidanzata ecuadoriana: uno dei due motociclisti ha sparato con una pistola. Lui è morto, lei, Toaquiza Lopez, 26 anni, è rimasta ferita ed è grave.

Lo scorso 14 maggio era scomparso in Costa Rica un altro imprenditore italiano, Stefano Calandrelli, imprenditore romano di 50 anni che da oltre 20 anni si era trasferito in Costarica. Il suo corpo era stato trovato sotto un ponte a San Josè il 21 maggio.

Accanto al cadavere di Ponzo, gli inquirenti hanno rinvenuto almeno 20 bossoli di calibro 9. Il responsabile della polizia Daniel Calderon ha spiegato che è in corso una massiccia caccia all’uomo e allo stato non è ancora chiaro il movente. Gli inquirenti scavano nell’attività che Ponzo aveva avviato da un triennio in Costa Rica. Gli investigatori si sono presentati nello stabilimento alla ricerca d’informazioni che possano agevolare gli accertamenti, però i collaboratori della vittima non sono risultati utili.