Il sindaco di Nablus non può entrare in Italia: negato il visto

Pubblicato il 29 Novembre 2010 20:34 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2010 20:42

E’ stato negato il visto d’ ingresso in Italia al sindaco di Nablus, Adli Yaish, atteso ad un convegno internazionale a Firenze. Lo ha reso noto la Provincia di Firenze, promotore del convegno tenutosi in occasione della giornata mondiale Onu per la solidarieta’ con il popolo palestinese.

”Dobbiamo ancora chiarire le ragioni di questa limitazione nell’entrare nel nostro Paese – ha dichiarato in una nota il presidente della Provincia, Andrea Barducci – ma ci schieriamo a sostegno di Adli Yaish, la cui assenza appare come simbolico monito di quanto la libertà del popolo palestinese sia ancora un difficile obiettivo da raggiungere, per il quale vale la pena lottare”.

Dal 2005 sindaco di Nablus, città della Cisgiordania a 60 chilometri da Gerusalemme, Yaish era nel mirino di una cellula legata ad Hamas, i cui esponenti sono stati arrestati nei giorni scorsi dalle forze di sicurezza dell’Autorità palestinese: il progetto, secondo quanto emerso, era quello di uccidere Yaish e di compiere un attentato suicida a Gerusalemme.