Siria, l’opposizione: “Assad sposta armi chimiche in Libano e Iraq”

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 settembre 2013 15:58 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2013 16:54
Bashar Assad

Bashar Al Assad

ISTANBUL – Il regime siriano ha spostato in questi ultimi giorni l’arsenale delle armi chimiche in Libano e in Iraq. E’ quello che sostiene il presidente del Consiglio superiore militare dell’opposizione siriana che proprio sabato ha bocciato il piano Usa-Russia sulle armi chimiche di Assad.

“Noi, esercito siriano libero, non siamo interessati a questo accordo”, ha detto il generale Selim Idriss, capo dell’esercito siriano libero. Non abbiamo armi chimiche e io e i miei fratelli continueremo a combattere fino alla caduta del regime”, ha proseguito. “Non possiamo accettare questa iniziativa”, ha aggiunto in riferimento all’accordo annunciato dai capi della diplomazia Usa e Russia.

L’Iraq ha smentito l’opposizione siriana: “Dicerie senza valore”. Così il ministero dell’Interno iracheno ha respinto le affermazioni dell’opposizione siriana secondo cui il regime siriano sta trasferendo armi chimiche in Iraq, oltre che in Libano, per evitare che vengano scoperte. I confini iracheni, ha affermato in un comunicato il ministero, “sono sicuri e le forze armate sono schierate lungo tutti i 618 chilometri della frontiera, così da rendere futile ogni tentativo di violare i confini”.