Usa. Spara a madre e bimba di 7 anni, poi si uccide

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Dicembre 2015 15:50 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2015 17:32
Usa. Spara a madre e bimba di 7 anni, poi si uccide

Usa. Spara a madre e bimba di 7 anni, poi si uccide

NEW YORK – Una giornata tra amici come tante. L’uomo abbraccia la bimba di 7 anni, figlia della sua amica, imbraccia la pistola e le spara alla testa uccidendola. Poi si gira verso la madre della bambina e apre di nuovo il fuoco, ferendola gravemente. Infine rivolge l’arma contro se stesso e si toglie la vita. Questa la storia che arriva da Taylor, città del Michigan negli Stati Uniti, il 6 dicembre.

Timothy Nelson Obeshaw, 57 anni, era ospite a casa di una coppia di amici. La donna, Sharon Watson, 37 anni, e la figlioletta Emma erano nel parcheggio del centro sportivo dove poco prima l’uomo aveva abbracciato la bimba. Poi la tragedia. Secondo una prima ricostruzione, Obeshaw ha sparato un colpo di pistola alla testa della bimba, poi ha aperto il fuoco contro la madre. Quindi ha puntato l’arma contro se stesso e si è tolto la vita.

La piccola Emma è morta subito, mentre la madre Sharon è stata ricoverata in prognosi riservata e dovrà sottoporsi a un nuovo intervento. Secondo quanto ha riferito la polizia di Taylor, l’uomo soffriva di disturbi mentali e paranoia, ma l’arma usata per uccidere era stata acquistata legalmente. Mary Sclabassi, capo della polizia di Taylor, ha dichiarato: “Pensava che qualcuno lo stesse perseguitando”.