Usa. New York, crisi alle spalle, prezzi senza precedenti per case a Manhattan

Pubblicato il 8 agosto 2015 9:43 | Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2015 11:36
Attico su Central Park da $100 milioni

Attico su Central Park da $100 milioni

USA, NEW YORK – La crisi non solo è superata, ma sembra un ricordo lontano. Almeno per i prezzi delle case a Manhattan: la media è di 1,7 milioni di dollari per un appartamento, la cifra più alta di sempre.

E questo perché è il mercato del lusso a essere esploso: le vendite di case da oltre 10 milioni di dollari sono raddoppiate rispetto al 2009.

La cifra più alta è quella dell’attico da 100 milioni di dollari che guarda Central Park. La ripresa dalla crisi è evidente per alcuni appartamenti: una casa con due camere da letto a Central Park South al 33mo piano del Ritz Carlton, acquistata per 18,9 milioni di dollari nel 2007, è ora in vendita per 50 milioni di dollari. Ma esistono anche alcune aree che richiedono meno di un milione di dollari per acquistare una casa, aree che però sono sempre di meno.

La fascia di appartamenti sotto i 500.000 dollari è calata del 3% durante la ripresa. A spingere i prezzi è il mix fra sostenuta domanda, soprattutto dalla Cina, e scarsa disponibilità di immobili. Fra i potenziali acquirenti c’è una guerra per l’acquisto, una battaglia giocata in ‘contanti’, con molte delle transazioni cash.

Le cifre elevate non suscitano l’attenzione degli agenti immobiliari, abituati al mercato di Manhattan che viaggia a livelli elevati. ”In qualsiasi altro posto tali prezzi sarebbero oltraggiosi” secondo Corcoran Group, una delle maggiori agenzie.

Il balzo dei prezzi si traduce in una calo delle transazioni, secondo alcune stime calate del 10%: chi vende non vuole ridurre i prezzi, chi acquista lo fa solo se ritiene che il prezzo abbia senso. Il risultato è un circolo vizioso con prezzi che continuano a salire.