Vaticano, Nuzzi: “Troppa segretezza: per questo c’è insofferenza”

Pubblicato il 28 Maggio 2012 11:30 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2012 14:24

ROMA – ''Il Vaticano è una monarchia assoluta dove l'informazione viene gestita con grande attenzione'': a sostenerlo è Gianluigi Nuzzi, giornalista e autore del libro 'Sua Santità', nel corso della Telefonata di Belpietro, in onda su Canale 5.

''Nello sviluppo del libro – spiega il giornalista – emerge tuttavia che nessuno muove alcuna critica nei confronti del Santo Padre all'interno del Vaticano ma a lui si rivolgono per la presunta inadeguatezza di alcuni suoi collaboratori''.

Lo scontro in atto in Vaticano non è dovuto solo ad una 'guerra' tra ''gruppi avversi di porporati ma è una questione più di sistema: c'è una certa insofferenza verso la segretezza, verso il non sapere''.

''Lo stesso procedimento che sta avvenendo oggi è assolutamente segreto. In Italia nessuno può stare in una camera di sicurezza per più di 72 ore senza un formale e pubblico atto d'accusa''.