Antitrust, la campagna #convienesaperlo per i diritti dei consumatori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2020 12:19 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2020 12:19
Antitrust, la nuova campagna #convienesaperlo per i diritti dei consumatori

Antitrust, la campagna #convienesaperlo per i diritti dei consumatori (Foto da sito web)

Nuova campagna dell’Antitrust a favore dei consumatori: un’iniziativa per far conoscere i diritti nei confronti delle pratiche commerciali scorrette.

L’Antitrust (Autorità garante della concorrenza e del mercato) lancia la campagna #convienesaperlo, per far conoscere i diritti dei consumatori. E spiegare come segnalare una pratica commerciale scorretta.

Antitrust, la nuova campagna a favore dei consumatori

I contenuti della campagna, curata insieme al Mise, si svilupperanno a partire dal sito dedicato convienesaperlo.it e dagli spot su radio e tv. E saranno poi ripresi anche sui canali social dell’Antitrust (Twitter, Facebook, Youtube) e sul profilo Instagram @convienesaperlo, creato per l’occasione.

Le altre attività legate all’iniziativa

Spazio poi alla formazione dei giovani consumatori attraverso incontri-lezioni di formazione in scuole superiori e in università per informare sui diritti dei consumatori. Ma anche sugli strumenti di tutela e sulle competenze del Ministero dello sviluppo economico e dell’Agcm in materia.

L’attività di formazione proseguirà con incontri-convegni a favore di piccole e medie imprese presso centri congressi, Camere di commercio e Associazioni di categoria in modo da informare anche sugli obblighi che hanno le Pmi nell’assicurare i diritti ai consumatori previsti dalla legislazione italiana, a partire dal Codice del Consumo.

Il percorso di diffusione di #convienesaperlo si concluderà con un roadshow in tre tappe per raccontare la campagna e i risultati raggiunti ad un pubblico ampio di stakeholder, aziende, cittadinanza. La campagna, finanziata con il Fondo per le iniziative a vantaggio dei consumatori del Ministero dello Sviluppo Economico, terminerà a settembre 2021. (Fonte Antitrust)