Usa, aumento dei dividendi: i beni del Tesoro in svendita

Pubblicato il 14 Dicembre 2010 5:15 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2010 2:16

I beni del Tesoro Americano, com riporta il Financial Times,  sono stati oggetto della più grande svendita da due anni a questa parte. La ragione, secondo alcuni analisti interpellati dal giornale, è il timore che suscita l’aumento costante dei dividendi.

I dividendi decennali del tesoro americano hanno raggiunto l’apice del 3,33%, in rialzo di oltre l’1% rispetto al minimo di ottobre. Inoltre, dall’8 novembre ad oggi, i dividendi decennali del governo americano sono aumentati dello 0,76%.

Se a questo si aggiunge che anche paesi come la Germania, la Gran Bretagna ed il Giappone hanno corretto verso l’alto le loro stime, il timore degli analisti finanziari di una effettiva insostenibilità dei dividendi sarebbe plausible se questi dovessero continuare ad aumentare di valore. C’è da dire però che i dividendi sono ancora relativamente bassi se paragonati all’andamento degli stessi su lunga scadenza.

Una delle principali cause di questo aumento sono le proiezioni sulla crescita industriale americana migliori delle previsioni,  e la spinta allo sviluppo data dal governo. Altri sostengono che sia dovuto ai timori che la banca centrale americana non prosegua l‘acquisto di beni o per i crescenti debiti del governo.

“Probabilmente sono tutte e tre le ragioni messe insieme”, ha detto Steven Major responsabile della ricerca sul salario fisso per la Hsbc.