Benzina: Codacons, conto salato per il ponte Ognisanti: +190 mln

Pubblicato il 30 ottobre 2011 14:04 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2011 14:55

ROMA, 30 OTT – Saranno 7,3 milioni gli automobilisti che si metteranno in viaggio sulle strade del nostro paese per il ponte di Ognissanti. Lo afferma il Codacons in una nota spiegando che il ponte ''sara' quest'anno particolarmente costoso per gli italiani. Considerando infatti due pieni di carburante ad automobile per l'intero periodo di vacanza, ogni automobilista spendera' 25,6 euro in piu' rispetto allo stesso periodo del 2010 in caso di auto a benzina, e addirittura 27,4 euro in piu' per le auto diesel. Lo scorso anno – spiega l'associazione – in occasione della festivita' di Ognissanti un litro di verde costava 1,377 euro, mentre oggi la media e' pari 1,633 euro/litro; il gasolio veniva 1,258 euro al litro, e oggi costa 1,532 euro/litro. Cio' significa che i milioni di automobilisti che si metteranno in questi giorni in viaggio, dovranno fare i conti con una maxi-stangata complessivamente pari a quasi 190 milioni di euro solo per la voce carburanti''.

''La stangata dei Santi e' determinata da prezzi alla pompa che vengono mantenuti artatamente alti specie in occasione degli spostamenti degli italiani, e da provvedimenti folli del Governo che hanno avuto ripercussioni pesanti sui listini – afferma il presidente Carlo Rienzi – Basti pensare alle accise sulla benzina e all'aumento dell'aliquota Iva, che di fatto rendono i prezzi di benzina e gasolio in Italia tra i piu' alti del mondo''.