Bonus facciate: la detrazione al 90% vale anche per la semplice tinteggiatura

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Ottobre 2019 9:35 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2019 9:35
Bonus facciate anche per la tinteggiatura

Lavori di manutenzione (Ansa)

ROMA – Lo sconto fiscale del 90% per rifare le facciate, il bonus introdotto dalla manovra, si applica anche alla semplice manutenzione ordinaria. In pratica, il concetto di “facciate” è inclusivo di ogni rifacimento, compresa la semplice tinteggiatura. La detrazione dalle imposte sui redditi del 90% relative a “recupero e restauro delle facciate degli edifici” – questo è importante – si applica sulle “spese documentate sostenute nell’anno 2020”.

E’ un’agevolazione fiscale che vale, cioè, solo un anno, il prossimo. Altro criterio di applicazione importante, l’estensione del bonus: non solo alle parti comuni delle unità immobiliari, ma anche alle singole unità. Per capirci si beneficia del bonus (un credito col fisco spalmato nell’arco di dieci anni) anche per la semplice tinteggiatura di una villetta.

Non è stato fissato alcun tetto, cioè non esistono limiti di spesa. Si possono quindi concepire consolidamenti e abbellimenti di ogni genere. La portata dello sconto pone qualche interrogativo sull’impatto che avrà sugli altri bonus di Stato, in particolare per ristrutturazioni ed efficienza energetica. 

“Se il bonus facciate porterà probabilmente dei movimenti positivi – segnalano Saverio Fossati e Giuseppe Latour del Sole 24 Ore – nello stagnante mercato dell’attività edilizia, a tutto vantaggio delle imprese meno qualificate (sistemare una facciata rendendola decente è decisamente meno impegnativo che applicare un cappotto termico), alla lunga è possibile che il fascino del maquillage possa avere un effetto negativo sull’impegno che i governi hanno messo in campo per l’autonomia energetica dell’Italia”. (fonte Sole 24 Ore)