Crisi, la Bce: si possono rifinanziare i bond a lungo termine

Pubblicato il 12 agosto 2010 17:51 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2010 18:02

La sede della Banca centrale europea a Francoforte

La necessità delle banche europee di rifinanziarsi attraverso titoli a lungo termine da qui al 2013 è ”gestibile”. A dirlo è la Banca centrale europea, che nel suo bollettino mensile analizza la situazione delle banche europee, messe alla prova negli ultimi anni dalla necessità di rifinanziare 1.900 miliardi di bond a lungo termine scaduti fra il primo trimestre del 2007 e il secondo del 2010. Prova che, secondo molti analisti, rischia di farsi ancora più difficile dopo la crisi greca scoppiata a maggio, che – riconosce la stessa Bce – avrebbe compromesso soprattutto la capacità delle banche di finanziarsi attraverso titoli a più lungo termine, che godevano di bassi tassi d’interesse.

Secondo gli esperti dell’Eurotower – si legge tuttavia nel bollettino – ”il settore bancario nel suo complesso ha mantenuto la capacità di emettere ingenti volumi di titoli di debito, anche nei mesi recenti”. Le necessità di rifinanziamento di lungo termine nei prossimi 14 mesi (fino al quarto trimestre del 2013) sono valutate dalla Bce in 1.300 miliardi di euro. Un importo che, ”sebbene ingente, sembra gestibile sulla base delle esperienze del recente passato e soggetto ad una normalizzazione delle condizioni di finanziamento nel mercato dei titoli di debito”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other