Grecia, un euro di serie B. L’ipotesi al vertice di Riga

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2015 14:59 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2015 15:08
Grecia, un euro di serie B. L'ipotesi al vertice di Riga

I ministri delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble e greco Ianis Varoufakis

ATENE – Un euro di serie B per la Grecia. E’ l’ipotesi evocata dal ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, ovvero la possibilità, in caso di fallimento dei negoziati, che Atene adotti una “valuta parallela all’euro” così da scongiurare la temutissima Grexit e poter garantire il rimborso dei crediti internazionali e il pagamento dei salari e delle pensioni per la popolazione greca. Lo scrive l’agenzia Bloomberg citando “persone vicine” al politico tedesco, che avrebbe citato l’esempio del Montenegro, che usa l’euro senza far parte dell’Eurozona.

L’incontro di giovedì sera a Riga tra il premier greco Alexis Tsipras, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Francois Hollande non ha portato ad alcuna soluzione della crisi ellenica. Dopo due ore e un quarto di faccia a faccia, stando ai resoconti dei portavoce, i tre hanno semplicemente concordato che “nei prossimi tempi resteranno a stretto contatto diretto”. 

L’impasse dura da mesi e nel qual caso in cui non si arrivi ad un accordo tra il governo Tsipras e i creditori internazionali, c’è chi si prepara al peggio. La mancanza di intesa aggraverebbe infatti i problemi di liquidità della Grecia. Una possibile, seppur fragile, soluzione potrebbe essere l’introduzione di una moneta parallela che affianchi l’euro come mezzo di pagamento.