Industrie italiane, Enel si conferma regina dei ricavi (62 miliardi). La Top 20 della ricerca Mediobanca

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Novembre 2021 - 16:53 OLTRE 6 MESI FA
Enel ricavi

Industrie italiane, Enel si conferma regina dei ricavi (62 miliardi). La Top 20 della ricerca Mediobanca (foto ANSA)

Rimangono invariate le prime cinque posizioni della classifica annuale dell’Area Studi di Mediobanca sulle principali società italiane, con Enel sempre regina dei ricavi. Nella Top 20 per fatturato dell’industria 2020, entrano quest’anno Italpreziosi, Eurospin Italia, Fincantieri e Lidl Italia. 

Mediobanca, Enel prima come ricavi

La classifica delle principali società industriali italiane è dominata per fatturato dai grandi gruppi energetico-petroliferi con forte partecipazione pubblica: Enel (con ricavi l’anno scorso per 62 miliardi), Eni (44 miliardi) e Gse (26,3). Le posizioni successive si aprono ad altri settori, come il manifatturiero che si impone con Fca Italy in quarta posizione e i servizi guidati da Telecom-Tim.

Sono i dati della consueta ricerca dell’Area studi di Mediobanca sulle principali società italiane. Nei primi 20 gruppi ne figurano dieci a ‘controllo’ pubblico, cinque a controllo privato italiano e altrettanti a proprietà estera: sei – si legge nella ricerca -.delle prime venti società appartengono al settore energetico (petrolifero o energia elettrica), otto alla gestione di infrastrutture o ai servizi (commerciali, di telecomunicazioni, di ristorazione, postali, distributivi o di trasporto) e sei alla manifattura. Le ‘new entries’ nella Top20 sono Italpreziosi (6,9 miliardi), Eurospin Italia (6,3), Fincantieri (5,8) e Lidl Italia (5,5).

Poste Italiane ha il maggior numero di dipendenti

La società con il maggior numero di dipendenti rimane Poste Italiane, con oltre 124 mila persone, nonostante il calo del 3,5%, che precede Ferrovie dello Stato (81.409 unità). Seguono, con più di 50mila addetti, Enel (66.717) e Edizione (57.606). “Pur in presenza di una crisi di portata eccezionale”, circa il 30% delle aziende che compongono la graduatoria ha realizzato, nel 2020, un incremento di fatturato, aggiunge l’Area studi di Mediobanca che ha realizzato la ricerca su un totale di 3.437 società.