Italia, record di “neet”: 2 milioni di giovani né studia né lavora

Pubblicato il 19 Gennaio 2012 17:18 | Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio 2012 17:31

ROMA – Nel 2010 in Italia piu' di 2 milioni di giovani, pari al 22,1% (oltre 1 su 5) della popolazione tra 15 e 29 anni, e' fuori dal circuito formativo e lavorativo. Lo rileva l'Istat in 'Noi Italia'. Si tratta dei Neet che in Italia toccano la quota piu' alta dell'Eurozona e la seconda maggiore dell'intera Unione europea, alle spalle della Bulgaria.

Il 48,5% dei disoccupati italiani e' senza lavoro da oltre un anno. E' quanto rileva l'Istat nel dossier ''Noi Italia'', aggiungendo che nella classifica della disoccupazione di lunga durata siamo nella parte alta (al sesto posto) della classifica europea. In un anno, dal 2009 al 2010, la disoccupazione di lunga durata, e' aumentata del 4%.

La quota di unita' di lavoro irregolari in Italia e' pari al 12,3%. Nel Mezzogiorno puo' essere considerato irregolare quasi un lavoratore su cinque; nell'agricoltura circa uno su quattro. Lo rileva l'Istat nel dossier ''Noi Italia''.