Le Ferrovie puntano sui bus a Firenze

Pubblicato il 3 Giugno 2012 11:08 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2012 12:02

ROMA, 3 GIU – Le Ferrovie raccolgono la sfida del trasporto urbano contendendo a francesi e tedeschi la gara per i bus di Firenze, cui seguira' quella di Torino. Lo spiega, in un'intervista al Sole 24 Ore, l'amministratore delegato Mauro Moretti, secondo cui ''non ha alcun senso consentire ai nostri concorrenti francesi e tedeschi di entrare nel nostro mercato mantenendo intatto il loro. Per il Paese – sottolinea – questo significa perdere nel giro di dieci anni non solo le grandi imprese di servizi, ma anche le filiere industriali collegate''.

Nell'intervista Moretti si dice ''favorevole'' alla nuova Autorita' dei trasporti, anche se esprime preoccupazione ''per i compiti eccessivamente gravosi che le sono stati affidati. Sara' in grado l'Autorita' di colmare lo squilibrio di sovvenzioni che c'e' oggi fra l'autotrasporto e il treno nel trasporto merci di lunga percorrenza?''. ''Ricordando che lo scenario competitivo e' europeo e non nazionale – aggiunge – l'Autorita' non dovrebbe agire per depotenziare l'unica impresa nazionale di trasporti in grado di competere con gruppi 3-4 volte piu' grandi come Sncf e Db. Il rischio e' non avere piu' strumenti nazionali per essere presenti in questa competizione''.

L'ad di Ferrovie dello Stato sottolinea i risultati positivi raggiunti. Con la spending review, dichiara, ''dal 2006 al 2011 abbiamo abbattuto tutti i costi operativi a un ritmo del 7% l'anno''. Per Trenitalia, prosegue, ''il punto piu' critico resta la ricapitalizzazione, anche se il rapporto debito/equity e' migliorato da 6,4 a 3,2''. Sulla concorrenza, ''per ora non abbiamo risentito dell'ingresso di Ntv. L'impatto – spiega – probabilmente arrivera' quando la loro flotta sara' piu' consistente''.