Pil frena anche in India: solo +5,3% nel primo trimestre

Pubblicato il 31 Maggio 2012 8:41 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2012 8:50

NEW DELHI – Anche l'India conosce, a suo modo la crisi. Il Pil indiano è cresciuto del 5,3% nel primo trimestre dell'anno, in netto calo rispetto al +7,8% dello stesso periodo del 2011. Un rallentamento peggiore di quello previsto dagli analisti.

Il forte calo del prodotto interno lordo è un effetto della crisi europea, della riduzione della domanda interna e del deprezzamento della rupia sul dollaro.

Nell'anno finanziario febbraio 2011-marzo 2012 la crescita si ferma così al 6,5% rispetto all'8,4% del 2010-2011.

''Per un'economia come l'India, una crescita del 5% significa recessione e dovrebbe far scattare un campanello di allarme per il governo" ha commentato un esperto alla tv Ibn.